Spiegazione dei termini WordPress più importanti

WordPress è una buona soluzione per i principianti che vogliono realizzare il loro primo sito web o blog. L'installazione è facile, l’utilizzo risulta molto intuitivo e le pagine sono personalizzabili. In più, si ha a disposizione una grande community che aiuta volentieri i principianti. Eppure gli innumerevoli forum, tutorial e istruzioni che si trovano in rete, non spiegano la terminologia di base del CMS. Perciò vi presentiamo i 10 più importanti termini di WordPress che ogni principiante dovrebbe conoscere:

Backend & Frontend

Due termini di base importanti che non dovrebbero assolutamente mancare in un glossario di WordPress: backend e frontend. Ogni sistema CMS e ogni blog ha generalmente un accesso primario e uno secondario, rispettivamente il frontend e il backend. Il termine frontend descrive ciò che è in primo piano, cioè quello che i visitatori visualizzano. Con questo si indica la superficie della pagina con tutti i contenuti presenti, il layout e il design. Al contrario il backend non è visibile dagli utenti e può essere richiamato solo dal webmaster del sito. In quest’area si trova il codice di programmazione che stabilisce anche il design di una pagina WordPress. 

Core

Parlando di core, il nucleo del programma, si intende la struttura di base di un’installazione WordPress. Scaricando un sistema di blog, si ottengono proprio le informazioni relative al core del programma. Solo dopo l’installazione e l’adattamento dei temi e plug-in, oltre che dopo la creazione dei contenuti, si avrà una pagina completa e personalizzata sviluppatasi dalla struttura di base. 

FTP

FTP („File Transfer Protocol“) è un processo per il trasferimento dei dati. Il protocollo permette lo scambio di file tra diversi computer, indipendentemente dal sistema operativo in uso dalle parti coinvolte. L’upload e il download dei file è gestibile tramite browser o programmi specifici come FileZilla. In qualità di utente WordPress, si utilizza una connessione FTP nel momento in cui si vogliano trasferire i file dal computer allo spazio web, per esempio nel caso di un trasferimento del server o di un backup. 

MySQL

MySQL è un sistema di banche dati aperto ed è incluso nella maggior parte dei pacchetti offerti dai provider. Si possono aggiungere, elaborare e richiamare i dati solo con un database, che è quindi la base per ogni sito dinamico. Infatti, senza il database MySQL non è possibile realizzare alcun blog con WordPress. 

Permalink

Un permalink è un collegamento ipertestuale che rimanda permanentemente a un articolo del sito. Nell’area di amministrazione sotto la voce “impostazioni/permalink” si può definire la struttura dei link per la propria pagina WordPress. Così si può generare un link con il nome di un articolo, si possono numerare i contenuti e si può assegnare un ID univoco per una facile identificazione. 

PHP

Il PHP è uno script e un linguaggio di programmazione con cui vengono creati i siti e su cui si basa WordPress. Il PHP è tra i linguaggi script più utilizzati al mondo per via dell’esteso supporto dei database, l’integrazione di un protocollo e la disponibilità di molte biblioteche con cui è possibile aggiungere delle funzioni. 

Plug-inPlug-in

Grazie ai cosiddetti plug-in, si possono dare alla propria pagina delle funzionalità aggiuntive e ampliare il core (menzionato in precedenza). Nella directory plugin si trova un elenco di tutti quelli disponibili. L’installazione avviene nell’area di amministrazione così come la gestione, la disattivazione, l’eliminazione e gli aggiornamenti per i singoli plug-in. 

Tag

Su WordPress si possono ordinare gli articoli secondo delle parole chiave, i cosiddetti tag. I tag aiutano anche nell’assegnazione di un articolo ad una categoria. Grazie a queste parole chiave è possibile ordinare i singoli temi. Il loro uso è opzionale.

Temi

I temi sono dei tipi di design per le pagine WordPress, spesso indicati con il nome di template. Sulla pagina di WordPress si trovano molti temi gratuiti, dai semplici design per blog a layout professionali. Ovviamente ci sono anche delle versioni a pagamento. Un nuovo tema è attivabile facilmente alla voce “Design/temi”. Esiste anche la possibilità di creare un proprio tema o di personalizzarne uno già esistente per adattare il design ai propri gusti. Per questo avere delle conoscenze HTML, CSS e PHP costituisce sicuramente un vantaggio.

Widget

I widget sono degli elementi singoli che vengono integrati direttamente sulla barra laterale o nel piè di pagina. Classici widget sono ad esempio un calendario, un riquadro con i nuovi articoli pubblicati, i commenti o anche un campo per la ricerca sul sito. Anche i widget vengono gestiti nell’area di amministrazione, si spostano tramite funzione drag & drop e possono essere posizionati in maniera molto variabile.