Ti è piaciuto l’articolo?
0
Ti è piaciuto l’articolo?
0

HTTP 503 (Service Unavailable): cosa significa questo errore e come si corregge?

L’errore HTTP 503 è tra le notifiche di errore più conosciute sul World Wide Web. Questo codice di stato è comparso almeno una volta quasi ad ogni utente. In alcuni casi può già servire ricaricare di nuovo la pagina in questione, mentre in altri casi la notifica dell’errore 503 non scompare nemmeno dopo svariati refresh della finestra del browser.

Tuttavia non ha alcuna importanza se l’accesso avvenga tramite un computer desktop, un tablet o uno smartphone, perché con il codice di stato 503 il server sta informando il visitatore che il servizio richiesto non è al momento disponibile (“Service Unavailable”). Come si arrivi esattamente a ciò e quali possibilità hanno gli utenti e i webmaster di risolvere il problema, potete scoprirlo in questo articolo.

Cosa si cela dietro al codice HTTP 503?

Il codice di errore 503 è uno dei diversi codici di stato esistenti con i quali un server può rispondere alle richieste HTTP da parte di un client come i browser. In questo modo comunica ad esempio al client se la richiesta è stata elaborata con successo o se per l’elaborazione siano necessari altri passaggi lato client. Il 503 fa parte dei codici HTTP che informano riguardo all’insuccesso lato server delle richieste. In questo caso il messaggio trasmesso recita “Service Unavailable” (in italiano: “servizio non disponibile”) e segnala al client che il server non è temporaneamente a disposizione. Tramite il rispettivo valore all’interno del campo “Retry-After”, situato nell’header della risposta HTTP, è possibile inserire un momento successivo in cui l’elaborazione della richiesta potrebbe essere possibile.

L’esatta formulazione della notifica di errore può leggermente variare, come mostra il seguente elenco di alcune varianti in uso:

  • Statuscode HTTP Error 503
  • HTTP 503
  • HTTP Error 503
  • HTTP Error 503 The service is unavailable
  • 503 Error
  • HTTP Server Error 503
  • Error 503 Service Unavailable
  • HTTP /1.1 Service Unavailable
  • 503 Service Unavailable Error
  • 503 Service Temporarily Unavailable
  • Service Unavailable – DNS Failure
  • Error 503 Maximum threads for service reached

Quando compare l’HTTP Error 503 (Service Unavailable)?

L’errore HTTP 503 si presenta sempre quando un server non è in grado di fornire le risorse richieste al momento della domanda da parte del client. Dietro a ciò ci sono tre possibili ragioni, riassunte brevemente qui di seguito:

  1. Il server è sottoposto a manutenzione ad esempio per installare degli aggiornamenti, mettere in sicurezza i database oppure per effettuare dei back-up, e per questo motivo non è connesso a Internet per tutta la durata del processo.
  2. Il server è sovraccarico per cui sta ottenendo più richieste di quante ne possa in realtà elaborare. Per questo motivo reagisce emettendo una notifica di errore. Le ragioni per un simile sovraccarico sono le più svariate: spesso la causa è un aumento di traffico inaspettato, ma può essere anche una crescita del progetto online che di conseguenza provoca un sovraccarico se le risorse non vengono adattate di conseguenza. Ulteriori motivi possono essere degli attacchi malware o spam come anche programmazioni errate nell’applicazione o nel Content Management System.
  3. In rarissimi casi una configurazione del server DNS errata lato client (che sia il computer o il router) può portare a una notifica di errore HTTP 503. Anche lo stesso server DNS scelto può temporaneamente dover lottare con dei problemi, cosicché la richiesta HTTP avviata abbia come conseguenza la notifica Service Unavailable.

Come correggere l’errore HTTP 503

L’errore 503 è fastidioso sia per i visitatori sia per gli stessi gestori del sito web. Il fatto che l’utente del browser non riesca ad aprire il sito web richiesto diventa particolarmente problematico quando il servizio offerto sulla pagina è richiesto con una certa urgenza: ad esempio quando si vuole concludere un’operazione bancaria oppure quando si vuole inviare una mail. Anche chi utilizza, che sia in privato o per lavoro, applicazioni web o servizi cloud come ad esempio videogiochi su browser, soluzioni Office, piattaforme di archiviazione o tool per la progettazione, non vuole certo aspettare in eterno finché la pagina sia nuovamente raggiungibile.

I gestori responsabili del relativo progetto online dovrebbero essere altrettanto interessati alla correzione dell’errore. Innanzitutto perché da un lato l’irraggiungibilità del servizio porta inevitabilmente a utenti non soddisfatti e quindi a una perdita di traffico, poi perché dall’altro i problemi di HTTP 503 che compaiono di frequente possono anche portare a un peggiore ranking sui motori di ricerca.

Errore 503: possibili soluzioni per gli utenti client

Se volete attingere a un progetto web e come risposta ottenete il codice di stato 503, di norma vi mancano le informazioni relative alla causa esatta. Un’eccezione è rappresentata dai lavori di manutenzione accennati precedentemente, i quali sono stati pianificati dal gestore del sito web e per questo motivo, come di consueto, impediscono l’accesso per mezzo di una pagina con la notifica di errore 503 personalizzata. Questa pagina fornisce spesso anche informazioni relative alla durata del down. Se non ci sono segnali che facciano intendere che l’errore HTTP 503 sia il risultato di una manutenzione, potete tentare di risolvere autonomamente il problema del “Service Unavailable” con uno dei seguenti trucchi.

Soluzione n. 1: ricaricare di nuovo la pagina contattata

È possibile che il server non fosse in grado di rispondere correttamente e puntualmente alla richiesta HTTP inviata. In questo caso può già bastare ricaricare di nuovo la pagina per correggere l’errore HTTP 503. A questo scopo cliccate semplicemente sul pulsante di refresh accanto alla barra dell’indirizzo del vostro browser oppure in alternativa utilizzate il tasto [F5] o la combinazione di tasti [CTRL] + [R].

Consiglio

Se la notifica 503 di servizio non disponibile compare al termine di un pagamento online oppure durante il processo di ordine, prima di decidere di utilizzare la funzione di refresh riflettete bene. Difatti non è da escludere che il ricaricamento della pagina possa portare a una multipla elaborazione del processo, implicando quindi un doppio ordine o un doppio pagamento. Molti servizi di pagamento e istituti finanziari di credito si impegnano per evitare simili imprevisti per mezzo di specifici meccanismi di protezione.

Soluzione n. 2: riavvio di computer, router e altro, oppure cambio del server DNS

È già stato accennato che la causa di un errore 503 possa essere riconducibile senz’altro anche a un problema con il server DNS. Di solito viene annunciato con la notifica specifica Service Unavailable – DNS Failure, la quale implica da un lato una configurazione errata del DNS del sistema o del router, dall’altro può risultare anche da un problema tecnico del server DNS. Mentre nella prima ipotesi potete cavarvela con il riavvio dei vostri dispositivi, nella seconda conviene il trasferimento su un altro server. Scoprite quali sono i passaggi da seguire a questo scopo qui.

Soluzione n. 3: visitare il sito web in un momento successivo

Se avete preso l’iniziativa ma non avete avuto successo con i tentativi di refresh, riavvi e configurazioni del server DNS, allora si raccomanda di chiudere la pagina e fare una prova in un secondo momento. Siccome molto spesso la causa per l’irraggiungibilità di un sito web è il traffico troppo elevato, in questo modo togliete del carico al web server e nella migliore delle ipotesi tornate quando si è ristabilizzato ed è in grado di elaborare tutte le richieste HTTP come richiesto. Naturalmente lo stesso vale anche se l’errore 503 si presenta per via di lavori di manutenzione che il gestore non ha annunciato adeguatamente per mezzo di una pagina di errore specifica.

Soluzione n. 4: contattare l’amministratore o il supporto del sito web

Se un sito web non è raggiungibile per un periodo di tempo prolungato può risultare sensato contattare l’amministratore addetto o il supporto. Così facendo eventualmente scoprite qualcosa riguardo alle ragioni della problematica dell’HTTP 503 e dell’attuale stato della correzione dell’errore.

Correzione dell’errore HTTP 503: le opzioni dei gestori del server

Come gestori di un sito web è anche nel vostro interesse correggere l’errore HTTP 503 il prima possibile per i motivi accennati sopra (utenti insoddisfatti, perdita di traffico, possibile penalizzazione da parte dei motori di ricerca): nel migliore dei casi dovreste fare in modo che non si arrivi nemmeno a questo genere di errore.

Naturalmente non sempre questo è possibile, ad esempio quando lo spegnimento provvisorio del server è necessario nell’ambito dei lavori di manutenzione del vostro progetto. Tuttavia se vi servite di pagine di errore adeguate avete anche la possibilità di informare i vostri visitatori circa la natura del down. Inoltre è sensato accennare a una data in cui il sito web potrà verosimilmente essere nuovamente disponibile, sempre che siate in grado di valutare la durata del processo di manutenzione. Nei seguenti paragrafi trovate ulteriori consigli e trucchi per come agire se confrontati con un codice di errore HTTP 503.

Soluzione n. 1: tenete sotto controllo le risorse di hosting necessarie

Quando si tratta dell’errore HTTP 503 presumibilmente è il traffico il punto cruciale. Da un lato uno degli obiettivi più importanti è di attirare più visitatori possibili sulla propria pagina, dall’altro con una crescita del numero di visitatori di pari passo aumenta anche lo sfruttamento del web server e quindi anche la probabilità che compaiano degli errori 503. Di conseguenza è fondamentale avere una panoramica del numero di utenti per alzare in tempo le risorse dell’hosting e poter così garantire a lungo termine un’esecuzione stabile. Se gestite progetti online che sono fortemente dipendenti da eventi stagionali, come ad esempio un negozio online di articoli natalizi, allora in aggiunta dovreste scegliere una soluzione di hosting che permetta un temporaneo aumento delle capacità del server.

Soluzione n. 2: aggiornamento regolare del software utilizzato

Se ad azionare l’errore 503 sono dei software e degli spam dannosi, dovreste immediatamente prendere contatto con il vostro servizio di hosting e collaborare per trovare insieme una soluzione al problema. Per evitare un simile scenario dovreste porre attenzione fin dall’inizio alla sicurezza del vostro progetto online. Naturalmente giocano un ruolo fondamentale le condizioni del vostro provider: tuttavia a seconda del pacchetto di server scelto, la responsabilità della protezione è più o meno vostra. Per cui ad esempio dovreste puntare sempre su software attuali ed effettuare prontamente gli aggiornamenti disponibili. Altrimenti si sa che, per via dei loro vulnerabilità, le applicazioni obsolete rischiano di diventare in fretta una preda per gli hacker.

Soluzione n. 3: intercettare l‘errore di programmazione e correggerlo

Un’ulteriore causa per un errore 503 generato lato server può essere la programmazione errata del progetto online o del CMS. Infatti WordPress, ad esempio, è molto colpito da errori 503 che risultano poi in tempi di caricamento troppo lunghi. Ciò può essere provocato da un numero troppo elevato di accessi al database oppure anche da plug-in programmati male che permettono sì funzioni aggiuntive al CMS, ma al contempo frenano spesso anche la performance. Lo stesso vale se avete integrato troppe estensioni. Il segreto sta quindi nel filtrare i plug-in problematici per poterli poi disattivare in caso di dubbio.

Protocollo HTTP