DNS dinamico (DynDNS): l’accesso remoto facile e veloce

A chi non è mai capitato di aver preparato una presentazione sul computer a casa il giorno prima e oggi, il giorno decisivo, non avete con voi il file che si trova sempre sul vostro PC di casa? In un caso simile non sarebbe pratico poter accedere direttamente dal computer in ufficio a quello di casa? L’accesso remoto a un computer avviene solitamente tramite connessione da desktop remoto. Tuttavia è possibile che la connessione non vada a buon fine perché il provider cambia regolarmente l’indirizzo IP della vostra connessione e quindi senza conoscere l’indirizzo del proprio computer non sarà neanche possibile raggiungerlo. I servizi di DNS dinamici (DDNS) vi possono in questo caso aiutare.

Che cos’è DynDNS e DDNS?

Il DNS dinamico (DynDNS) sta per Dynamic Domain Name System (abbreviato anche in “DDNS“). Così sarete in grado di inoltrare l’indirizzo IP continuamente variabile della vostra rete domestica a un nome di dominio fisso. Dovete solo registrarvi a un servizio DDNS e selezionare un nome disponibile (del tipo esempio.example.com). Dopo il vostro computer sarà sempre raggiungibile a questo indirizzo, anche se non conoscete il suo IP attuale.

Fatto

Ci sono diversi servizi DDNS che offrono indirizzi di dominio gratuiti. Alcune di queste offerte si trovano su DynDNS Service, DNS dynamic, noip o Go IP. Ci sono anche altri fornitori di router o dispositivi NAS che offrono gratuitamente ai loro clienti un servizio DDNS.

Quale differenza c’è tra DDNS e DNS?

Il DDNS o DynDNS può essere inteso come un’estensione del DNS (Domain Name System). Il DNS è un sistema di directory a livello globale che conosce l’indirizzo IP di ogni dominio registrato e che può quindi risolvere i nomi in indirizzi, per consentire l’accesso a pagine web, programmi per le e-mail o FTP. Il procedimento funziona come un tipo di elenco telefonico che ha a disposizione le informazioni di contatto correnti e le comunica su richiesta. Il DNS “cerca” l’indirizzo IP appartenente al nome host (qualora non si trovi ancora nella cache DNS) e inizia così uno scambio continuo con il database DNS del relativo provider.

Se tutto procede come dovrebbe alla richiesta viene risposto con l’indirizzo IP corrispondente. Viceversa anche gli indirizzi IP si possono convertire nei rispettivi nomi di dominio. Ciò risulta però più difficile visto che il Reverse DNS non è un procedimento standard di Internet e il DNS non è neanche ottimizzato per fare ciò.

Al contrario il procedimento dei servizi DDNS supporta esplicitamente l’assegnazione di indirizzi IP dinamici a un dominio preciso. Un confronto con i database DNS del provider avviene quindi automaticamente. Il DynDNS garantisce automaticamente che vengano riconosciute le modifiche dell’indirizzo IP e che i record DNS vengano aggiornati conseguentemente. Così per stabilire una connessione al vostro computer avete bisogno solo dell’indirizzo di dominio registrato sul servizio DDNS.

Fatto

Per via della scarsità di indirizzi, oltre che per motivi di amministrazione e sicurezza, ogni 24 ore i provider assegnano un nuovo indirizzo IP alle connessioni Internet. In questo modo la trasmissione di dati tramite Internet dovrebbe essere protetta dagli attacchi hacker.

Come funziona il Dynamic Domain Name System (DynDNS)?

Visto che di solito nell'indirizzamento si lavora con i nomi di dominio e non con l'indirizzo IP, è necessario un DNS dinamico che aggiorni gli indirizzi IP continuamente variabili e che assegni un nome di dominio fisso. Ogni volta che l'IP del router cambia, il router comunica l'indirizzo attuale al servizio DDNS, che aggiorna la richiesta DNS sul proprio dominio e risponde all'indirizzo IP. Nel momento in cui instaurate una connessione al vostro computer, il procedimento è il seguente:

  1. Il router comunica al servizio DDNS l'indirizzo IP assegnato dal provider, che viene assegnato nel DynDNS al nome di dominio da voi stabilito. Con questo dominio il server locale è ora raggiungibile in qualsiasi momento.

  2. Quando l'indirizzo IP cambia dopo 24 ore, al servizio DDNS viene comunicato il nuovo indirizzo IP automaticamente. Il server DDNS risponde alla richiesta DNS e aggiorna il nuovo indirizzo IP del dominio fisso.

  3. Se ora volete stabilire una connessione al vostro computer (ad esempio tramite connessione da desktop remoto), inviate una richiesta DNS al dominio che avete registrato. Il server DDNS consegna così automaticamente l'indirizzo IP attuale del vostro provider, salvato con il nome corrispondente.

Con l'indirizzo IP ricevuto è ora possibile stabilire una connessione client-server.

N.B.

Prima di tutto dovete configurare le impostazioni sul vostro router, di modo che il router supporti la funzione DynDNS. Solitamente ciò avviene velocemente: se utilizzate FRITZ!Box, uno dei router più diffusi, dovete solo aprire il menu "Internet" > "Abilitazioni" e mettere un segno di spunta su "Utilizza DNS dinamico" nella tab "DynDNS". Qui inserite infine il vostro indirizzo DynDNS e i dati di login corrispondenti, che avete ricevuto al momento della registrazione sul servizio DDNS. Salvate e applicate le modifiche.

Possibilità di applicazione del DynDNS

Le possibilità di utilizzo del DynDNS sono molteplici. Potete ad esempio:

  • accedere al vostro computer mentre siete in giro (ad esempio tramite connessione da desktop remoto);
  • gestire diversi sistemi operativi su un dispositivo e scambiare i propri dati attraverso Internet;
  • mettere a disposizione contenuti multimediali in streaming;
  • accedere al proprio mail server o ad altri file dal computer aziendale.

Naturalmente sono pensabili molti altri scenari di utilizzo da accesso remoto tramite i servizi DDNS. L'utilizzo del computer nella quotidianità sarà facilitato notevolmente ricorrendo al Dynamic Domain Name System (DynDNS).