Ti è piaciuto l’articolo?
5
Ti è piaciuto l’articolo?
5

Come inserire il vostro sito web su Google, Bing e Yahoo

Uno dei fattori essenziali per il successo di un sito web è il comparire sui motori di ricerca. Generalmente per essere trovati da Google, Bing e Yahoo, bisogna inserire il proprio sito web nel loro indice (essere indicizzati). Vi mostriamo come potete inserire il vostro URL nei singoli motori di ricerca.

1. Inserire un sito su Google: come si fa?

Circa due terzi delle ricerche online in tutto il mondo vengono eseguite su Google, leader di mercato di questo settore che, con miliardi di visitatori ogni giorno, si posiziona come punto centrale del World Wide Web. Per i gestori di siti web professionali, la presenza nei risultati di ricerca di Google è quindi il presupposto fondamentale per un’attività online di successo. Se desiderate essere registrati nel database, Google vi offre due opzioni: aspettare che il crawler del motore di ricerca si imbatta attraverso link esterni nel vostro sito, o inserirlo direttamente voi, iscrivendo il vostro sito web.

Tutto ciò di cui avete bisogno per l’indicizzazione sul motore di ricerca è un account Google e l’URL del vostro sito. La procedura di inserimento avviene in tre passaggi e richiede solo pochi minuti.

1.1 Creare un account Google

Aprite la pagina iniziale di Google e create gratuitamente un account utente; scegliete l’opzione “Accedi” e cliccate poi su “Crea un account”: Google vi guiderà nel processo di registrazione. Saltate questo passaggio nel caso in cui abbiate già un account.

1.2 Accedere alla Google Search Console

Cliccate su “Aggiungi URL” nella Google Search Console al seguente indirizzo:

www.google.it/intl/it/add_url.html

L’apertura della pagina avrà successo se siete registrati con un account Google.

1.3 Aggiungere un sito web

Inserite l’indirizzo del vostro sito web nella sua forma completa nel campo di input, facendo attenzione a non fare errori (incluso non scrivere http al posto di https) e a non dimenticare la barra finale dell’URL. Confermate con il CAPTCHA di essere effettivamente una persona, marcando “Non sono un robot”, e poi inoltrate la richiesta a Google.

Possibilità di successo indicizzando manualmente un sito web su Google

Già durante il processo di richiesta, viene fatto presente all’utente che l’URL inoltrato non viene registrato automaticamente tra i risultati di ricerca. Gli indirizzi trasmessi a Google vengono infatti analizzati dai crawler nell’arco di qualche giorno e ne viene verificata la rilevanza. Se Google stabilisce che il sito web è conforme alle Istruzioni per i webmaster di Google, di solito l’indicizzazione avviene senza problemi. Potete verificare se il vostro URL sia o meno nell’indice di Google con una semplice ricerca, inserendo nella maschera di ricerca di Google la seguente formula:

site:www.ilmiodominio.it

Google dà all’operatore di ricerca il compito di mostrare tutti gli URL indicizzati di un certo dominio nei risultati di ricerca. Se la ricerca del vostro sito non dovesse dare il risultato desiderato, verificate che alla base non ci sia un problema tecnico. Classiche fonti di errori sono i file robots.txt, i meta tag HTML nofollow e il tag canonical.

Ulteriori informazioni sull’inserimento del vostro sito web su Google e sui possibili problemi in cui potreste imbattervi durante l’indicizzazione, vengono chiariti in questo video:

2. Indicizzazione su Bing e Yahoo: come si fa?

Anche se gli utenti che usano Bing e Yahoo sono una minoranza in Italia (insieme circa il 4%), l’indicizzazione su questi motori possiede comunque un valore, in particolare se il vostro sito è orientato al mercato statunitense, dove le alternative a Google godono di una certa popolarità. Nel luglio del 2016 potevano vantare il 13% della quota di mercato, come mostra la seguente infografica:

Cliccate qui per scaricare l’infografica sulle quote di mercato dei motori di ricerca.

Dal momento che nel 2010 Bing e Yahoo si sono fusi in un’unica rete, per aggiungere il proprio sito web è necessario un unico processo di registrazione per entrambi i motori di ricerca.

2.1 Creare un account Microsoft

Aprite la pagina bing.it e create un account Microsoft gratuito. Cliccate in alto a destra su “Accedi” e poi “Account Microsoft”. Inserite i dati necessari per la registrazione.

2.2 I primi passi con Bing Webmaster Tool

Dopo aver concluso il processo di registrazione, avete ora accesso a Bing Webmaster Tool. Similmente all’iscrizione del vostro sito web su Google, inserite ora per l’indicizzazione l’URL del vostro sito web e verificatelo poi in qualità di proprietari della pagina.

2.3 Aggiungere un sito web

Nelle impostazioni potete inserire la sitemap del vostro sito su Bing e Yahoo, di regola il processo di indicizzazione del vostro sito (da parte del motore di ricerca) dura solo pochi giorni. Lo stato attuale della richiesta può essere verificato nelle impostazioni di Bing.

Possibilità di successo indicizzando manualmente un sito su Bing e Yahoo

Similmente all’aggiunta di siti web su Google, le possibilità di successo della richiesta di indicizzazione su Bing o Yahoo dipendono dal fatto che l’URL rispetti o meno le linee guida dei motori di ricerca. Nel centro assistenza di Bing scoprite di più sulle relative direttive.

Conclusione

Essere trovati facilmente sul Web, in particolare su Google, ma, a seconda del target, anche su motori di ricerca come Bing o Yahoo, è un prerequisito importante per avere successo con il proprio sito web. Sebbene esista la possibilità di aspettare che siano i motori di ricerca stessi a indicizzare gli URL del vostro sito web, il processo potrebbe essere necessario molto tempo, soprattutto per i siti web piccoli. Compiendo un piccolo sforzo, vi consigliamo quindi un’iscrizione manuale, che metta l’indicizzazione nelle vostre mani per conquistare il più veloce possibile visibilità sul web con il vostro sito.

HTML Google