Elaborazione immagini: le migliori app per iOS e Android

È ormai un po’ di tempo che gli smartphone hanno rubato la scena alla camere digitali: le generazioni moderne di cellulari con le loro camere ad alta definizione vengono utilizzate non solo per fare selfie, ma anche per le foto della vacanza, panoramiche mozzafiato e molti altri tipi di scatti. Inoltre con la stessa velocità con la quale sono stati realizzati gli scatti è possibile anche pubblicarli sui social network e scambiarli con amici, conoscenti e famigliari.

Chi però desidera rifinire le proprie immagini deve comunque affidarsi a un programma di elaborazione immagini. Tali programmi, pensati per una veloce ottimizzazione delle foto, possono essere utilizzati anche sui propri dispositivi mobili. Solitamente non è necessario disporre di conoscenze specifiche in ambito di elaborazione dati, rendendo quindi possibile ottenere rapidamente risultati di prim’ordine anche se non siete un fotografo esperto.

A che cosa serve realmente un’app di elaborazione immagini?

Da anni programmi come Photoshop, Paint o Gimp offrono la possibilità di elaborare immagini digitali al computer. Questi programmi mettono a disposizione diversi strumenti per adottare correzioni o miglioramenti ottici o per eliminare e aggiungere alcuni dettagli. Così anche gli utenti meno esperti possono tirare fuori il meglio dalle proprie immagini, utilizzando ad esempio le seguenti funzioni:

  • Filtri (ad esempio bianco-nero)
  • Effetti (ad esempio l’effetto a fumetto)
  • Strumento per la rimozione dell’effetto occhi rossi
  • Strumento per regolare la messa a fuoco
  • Correttore di esposizione
  • Strumento per il contrasto del colore
  • Strumenti per il ritaglio o l’esclusione di elementi/oggetti

In che cosa si distinguono le app per l’elaborazione di immagini da dispositivo mobile

Se state cercando un’app per l’elaborazione di immagini, potete disporre di una scelta pressoché illimitata. Gli sviluppatori di software hanno riconosciuto l’importanza e il valore delle foto, delle grafiche e così via, per i moderni mezzi di comunicazione , decidendo così di introdurre sul mercato diverse soluzioni tramite le quali dare il ritocco finale alle proprie immagini. Essendo che la memoria gioca spesso un ruolo importante nei dispositivi mobili, i provider hanno deciso di specializzarsi su specifiche funzioni. È quindi sensato decidere di provare diverse app per l’elaborazione di dati, così da trovare il software perfetto per le proprie esigenze.

Per poter giudicare al meglio le varie app ed essere così in grado di distinguere le migliori, ci sono dei criteri basilari che vi illustriamo nell’elenco che segue:

  • Prezzo: essendo che nella maggior parte dei casi si tratta di applicazioni tenute appositamente semplici, molte app di questo tipo sono utilizzabili gratuitamente. Ci sono però anche delle app a pagamento il cui prezzo non supera la doppia cifra. Non sempre comunque le app offrono gli stessi vantaggi. Spesso oltre alla versione base è disponibile una a pagamento con funzioni aggiuntive o con un’interfaccia senza pubblicità.

  • Piattaforma: chi desidera installare un software per l’elaborazione di immagini sul proprio dispositivo mobile, lo può fare tramite lo store corrispettivo. Ad esempio gli utenti Android trovano le proprie app su Google Play Store, mentre gli utenti iOS devono accedere all’App Store. Spesso gli sviluppatori offrono le proprie app sia per Android che per iOS, ma è tuttavia possibile che un’app venga sviluppata solamente per un singolo sistema operativo. All’infuori del sistema di per sé è anche da capire se la versione utilizzata è supportata o meno. Come per la maggior parte dei programmi per dispositivi mobili, anche gli utenti Windows hanno una scelta assai più limitata rispetto alla concorrenza per quel che riguarda l’elaborazione di immagini, come di fatto per altri ambiti.

  • Strumenti: ci sono alcuni importanti strumenti per l’elaborazione di immagini (semplici funzioni di correzione, filtri ed effetti vari) che giocano il ruolo più importante per la maggior parte degli utenti smartphone. Motivo per il quale molte app di elaborazione di immagini trovano in essi il proprio punto di forza. Un buon criterio per determinare la validità di un’app è perciò il numero di strumenti di ottimizzazione che essa offre. Chi desidera elaborare significativamente le proprie immagini anche su smartphone, tablet, ecc., necessita di un’app che disponga anche di strumenti per la rimozione o l’inserzione di scritte, grafiche, simboli e altri elementi.

  • Utilizzo: anche l’usabilità delle app per l’elaborazione di immagini con iOS, Android, ecc. è un criterio che può aiutare nella scelta del software più adatto. Anche se un programma dovesse offrire gli strumenti adatti alle vostre di esigenze, ma il suo utilizzo è troppo complicato, finisce poi che gli utenti poco esperti non riescono a ottenere i risultati desiderati. La tecnologia touchscreen della maggior parte dei dispositivi mobili mette gli sviluppatori dinnanzi a diverse sfide. A giocare un ruolo centrale sono anche le configurazioni già pronte all’uso e la difficoltà con la quale si prende confidenza con filtri ed effetti, poiché, grazie ad esse, l’utente può risparmiare molto tempo rispetto a quando dispone solamente di strumenti di regolazione manuale. A questo proposito risulta decisiva anche la grandezza dello schermo del dispositivo: tanto più piccolo sarà, di maggiore importanza saranno i modelli e i passaggi di ottimizzazione automatizzati.

  • Funzioni aggiuntive: il focus degli sviluppatori dovrebbe sempre essere quello di offrire agli utenti un’interfaccia che risulti quanto più perfetta possibile per l’elaborazione di immagini. Le app possono inoltre disporre di ulteriori funzioni, che non hanno nulla a che fare con l’elaborazione immagine. Si può trattare ad esempio di funzioni per la realizzazione di collage o presentazioni per mezzo delle immagini elaborate. Molte app risultano inoltre convincenti poiché dispongono di collegamenti diretti con i social media, così da permettere agli utenti di pubblicare con un clic i propri lavori, una volta terminati, direttamente sul proprio profilo. Alcune app si lasciano anche sincronizzare con i servizi cloud, così da archiviare le proprio foto direttamente online.

Breve introduzione alle app per l’elaborazione di immagini per iOS e Android

Le app per l’elaborazione di immagini sono solitamente caratterizzate dal fatto che, a differenza dei più completi programmi da desktop, sono piuttosto limitate nelle funzioni di base per l’elaborazione e l’ottimizzazione delle immagini. Anche se questo è un punto comune a tutti i programmi per i dispositivi mobili, ogni app poi si differenzia per vari singoli aspetti: mentre gli sviluppatori di un’app si concentrano sull’aspetto giocoso dell’elaborazione delle immagini, il team di sviluppo di un’altra dà piuttosto valore alle possibilità di ottimizzazione con un elevato grado di dettaglio, che soddisfino pure i professionisti. Mentre ancora, una terza app di elaborazione delle immagini riunisce il maggior numero possibile di funzioni e si contraddistingue per il suo specchio di funzioni a 360 gradi.

Per facilitarvi la ricerca di un programma per l’elaborazione di immagini su dispositivo mobile che sia adatto alle vostre esigenze, nel prossimo capitolo abbiamo vagliato sei app particolarmente interessanti.

Pixlr Mobile

Il software di elaborazione foto Pixlr, sviluppato da Ola Sevandersson, è stato rilasciato come programma da desktop nel 2008. Il software è passato successivamente all’azienda Autodesk per poi finire in possesso della agenzia di foto 123rf. Pixlr Mobile è la versione sviluppata come variante per i dispositivi iOS e Android, adatto per gli utenti inesperti come per i professionisti. Gli sviluppatori hanno dotato l’app con le più importanti funzioni per il miglioramento ottico e per la modifica delle immagini. La gamma di funzioni si suddivide in cinque categorie:

  • Strumenti: classici strumenti di ottimizzazione come ad esempio gli strumenti per la rimozione dell’effetto degli occhi rossi, per il ritaglio, per la messa a fuoco e per la correzione generale delle immagini.

  • Pennello: gli utenti hanno a disposizione diversi pennelli per reinventarsi come veri e propri artisti o per intraprendere delle azioni correttive di vasta portata (illuminazione, schermatura, pixellatura).

  • Effetti: vari effetti e sovrapposizioni possono essere utilizzati per modificare l’atmosfera dell’immagine.

  • Cornici e adesivi: chi desidera aggiungere cornici o oggetti aggiuntivi alle proprie immagini, trova centinaia di modelli in questa categoria, i quali tuttavia devono essere precedentemente scaricati.

  • Testo: un piccolo editor che permette l’immissione di un breve testo, con la possibilità di scegliere il colore del testo, il font, la grandezza e così via. Anche in questo caso è necessario aver scaricato i file corrispondenti.

Nell’app per l’elaborazione delle immagini, solitamente gratuita, ogni strumento ha aggiuntivamente anche un comando di intensità, attraverso il quale è possibile regolare il grado di applicazione dei vari filtri, effetti e strumenti di correzione. Il programma presenta sempre un’anteprima live dell’immagine sui cui si sta lavorando, dove vengono incluse le modifiche adottate, una volta che l’utente ne ha dato conferma. Attraverso i pulsanti “undo” e “redo” è possibile ripercorrere all’indietro o all’avanti tutte le modifiche apportate. Non appena avete terminato con le modifiche potete salvare l’immagine sul vostro dispositivo mobile, inviarlo per e-mail o condividerlo nei social network come Instagram, Twitter o Facebook. Inoltre è possibile anche creare dei collage.

Vantaggi Svantaggi
Ampia scelta di filtri, effetti e oggetti Una volta inseriti, gli oggetti (testo/immagine) non possono essere riposizionati
Di facile utilizzo dall’importazione fino all’esportazione dei progetti  

PicsArt Photo Studio & Collage

Sebbene l’azienda PicsArt abbia inizialmente rilasciato il proprio software PicsArt Photo Studio & Collage solamente per i dispositivi Android (novembre 2011), già solo nel primo anno l’applicazione per l’elaborazione delle immagini è stata scaricata ben 35 milioni di volte. Da allora l’app è stata installata oltre 400 milioni di volte, anche grazie alle successive versioni per iOS e Windows Phone, rendendo PicsArt senza dubbi l’app di elaborazione di immagini per dispositivi mobili di maggior successo. La community ha giocato sin dall’inizio un ruolo importante: PicsArt offre infatti una piattaforma per la condivisione delle immagini e dei modelli elaborati, così come un sistema di messaggistica che prende il nome di Remix Chat.

PicsArt è un programma di elaborazione di immagini a tutto tondo. L’app dispone di tutte le funzioni necessarie per l’elaborazione di illustrazioni, per l’ottimizzazione o la modifica di una foto o per la realizzazione di un collage. Tra le tante feature a disposizione degli utenti ci sono anche le seguenti:

  • Strumento di correzione e di manipolazione immagini: con questi tool è possibile mettere mano alla foto, ad esempio ritagliando, escludendo, copiando o ribaltando le varie componenti; anche la prospettiva può essere adattata alle proprie esigenze.

  • Effetti: con gli effetti è possibile cambiare il tono dell’atmosfera di base di foto e immagini (bianco e nero, effetto notte) o trasformare semplici foto in vere e proprie opere d’arte (illustrazioni, vignette, dipinti a olio, ecc.). Tra le opzioni trovate anche strumenti per la correzione del volto (rimozione dell’effetto occhi rossi, modifica del colore dell’iride, schiarimento dei denti, e così via).

  • Magia: cliccando sul pulsante a forma di bacchetta magica gli utenti trovano ulteriori interessanti effetti di trasformazione.

  • Adesivi: gli adesivi sono una delle funzioni principali dell’elaborazione di immagini. A vostra disposizione ci sono oltre due milioni di oggetti aggiuntivi di vario tipo, gran parte dei quali è stata creata dalla stessa community del programma. Attraverso la funzione di ricerca all’interno dell’app è possibile ricercare lo sticker che più fa al caso vostro; alcuni di essi sono però a pagamento.

  • Testo: la funzione di testo permette l’inserimento di scritte, con la possibilità di impostare non solo il colore e il font, ma di cambiare anche l’allineamento o di aggiungere l’ombra.

Gli effetti e gli strumenti di correzione di PicsArt Photo Studio & Collage non sono in alcun modo statici: gli utenti hanno a disposizione una scala da 0 a 100 per poter determinare la grandezza del riquadro soggetto a modifica o il grado d’intensità di un effetto sull’immagine originale. Grazie al collegamento con piattaforme di social media come Facebook e Instagram è possibile pubblicare direttamente le immagini, una volta pronte. Ma il risultato del vostro lavoro può essere anche salvato sul dispositivo o inviato per e-mail. Oltre all’editore delle immagini, l’app contiene tra l’altro una funzione di collage e un tool per la realizzazione di illustrazioni.

Vantaggi Svantaggi
Vasta gamma di strumenti Una volta inseriti, gli oggetti (testo/immagine) non possono essere riposizionati
Collegato ad alcune piattaforme social Registrazione necessaria
Oltre due milioni di adesivi riutilizzabili a disposizione  

Snapseed

Anche Google offre un’app per l’elaborazione gratuita di immagini per iOS e Android, la quale è stata sviluppata dalla società affiliata Nik Software ed è comparsa sul mercato a giugno del 2011. La versione per desktop inizialmente pianificata è stata poi abbandonata a favore del mobile-only, tagliando fuori Microsoft, così che il team di sviluppo si è concentrato da allora unicamente sullo sviluppo dell’applicazione per dispositivi mobili. L’app porta il nome di Snapseed e può essere scaricata su Google Play Store e sull’App Store. Una particolarità di Snapseed è il supporto di file in formato RAW, che permette l’apertura, l’elaborazione e l’archiviazione senza perdite di file nativi della fotocamera, garantendovi inoltre la possibilità di esportarli nel ben più utilizzato formato JPG.

Per supportare gli utenti durante l’ottimizzazione delle proprie immagini, l’app mette a loro disposizione circa 30 diversi tool, filtri e funzioni di correzione. Tra queste convincenti feature dal funzionamento intuitivo, si annoverano ad esempio le seguenti:

  • Calibra immagine: regolazione automatica o manuale dell’esposizione e dei colori con controlli ad alta precisione.

  • Pennello: con lo strumento pennello è possibile selezionare distinti settori di un’immagine, nel caso in cui ad esempio si vogliano modificare l’esposizione, la saturazione, la luminosità o il calore.

  • Testo: per mezzo della funzione testo si possono corredare le immagini con scritte di propria produzione, che possono essere adattate in merito a posizione, font, colore e trasparenza.

  • Volto: funzione ottimale per la produzione di selfie, con la quale è possibile mettere a fuoco gli occhi, illuminare punti specifici o uniformare l’incarnato. Con questo strumento è inoltre possibile contrastare l’effetto occhi rossi.

  • Vintage, Noir, Bianco e nero: tre diversi filtri per aggiungere rispettivamente lo stile tipico delle foto scattate negli anni ’50, ’60, ’70; l’aspetto delle pellicole in bianco e nero con grana realistica ed effetto slavato, e il classico effetto bianco e nero, come se l’immagine fosse appena uscita dalla camera oscura.

Già dalla versione 2.3 Snapseed è in grado di riconoscere automaticamente i volti. In base alla posizione e alla luminosità del volto, l’app vi propone delle impostazioni di sfocatura o di messa a fuoco. Attaverso il tool “Prospettiva”, gli utenti possono adattare eventuali linee storte o farle correggere automaticamente. Immagini sbilenche vengono aggiustate seguendo la linea dell’orizzonte. I progetti Snapseed sono salvabili mantenendo tutti i vari passaggi di lavoro, ma è tuttavia anche possibile mantenere invariata l’immagine originale attraverso la semplice creazione di una copia. Inoltre l’app di elaborazione delle immagini permette di esportare le immagini in formato JPG, di pubblicarle sui social network, di inviarle per e-mail o di stamparle.

Vantaggi Svantaggi
Supporta i file RAW Le icone per l’elaborazione delle immagini è a volte troppo piccola
I progetti possono essere salvati senza perdere i vari passaggi di elaborazione  

VSCO

VSCO è un’app di elaborazione di immagini dell’omonima azienda con sede negli Stati Uniti d’America, fondata nel 2011, e con focus su arte e tecnologia. L’azienda si è posta come obiettivo quello di mettere in collegamento la creatività della propria utenza, ragione per la quale l’app dispone anche di social feature secondo lo stile di Instagram, Twitter e altre piattaforme di questo genere. Gli utenti possono così creare un profilo tramite il quale pubblicare i propri lavori, seguire l’operato altrui o aggiungere degli hashtag per etichettare le proprie foto. Grazie alla collaborazione e alla costante attività creativa con altre aziende come Nike, la rete VSCO rappresenta una piattaforma di promozione eccellente per le vostre ambiziose fotografie. L’app è gratuita, ma è tuttavia possibile sottoscrivere un contratto a pagamento e diventare un membro VSCO X, ottenendo così l’accesso a un set di impostazioni e di strumenti chiamato Film X, che permette tra le altre cose l’elaborazione video.

Per utilizzare l’editor VSCO gli utenti possono sia scattare una nuova foto direttamente con l’app o, alternativamente, importare una foto o un file immagine desiderato. Dopodiché ci sono due menu a disposizione: strumenti di correzione (per tutti coloro che intendono elaborare personalmente le immagini) e filtri, definiti anche Preset (traducibile come “impostazioni di default”), capaci di modificare con un semplice clic il tono generale dell’intera immagine. In quanto utenti, per mezzo di un comando di regolazione dovete solamente decidere l’intensità di un tale filtro. Le funzioni di correzione, anch’esse utilizzabili per mezzo di una funzione di regolazione, non hanno un effetto di ottimizzazione automatico. L’app di elaborazione di immagini offre anche il pieno controllo per quel che riguarda le modifiche alle seguenti proprietà di immagine:

  • Luminosità
  • Contrasto
  • Prospettiva
  • Saturazione
  • Ombreggiatura
  • Tonalità

Terminata l’elaborazione, l’immagine può essere salvata sul dispositivo mobile. VSCO mantiene una copia dell’immagine originale, così che questa possa essere ripristinata nel caso in cui il file corrispondente venga nuovamente aperto tramite l’app. Inoltre le foto possono essere inviate anche per e-mail o condivise con altri utenti su Instagram e altri social media, così come anche sulla rete propria dell’applicazione.   

Vantaggi Svantaggi
Rete dedicata per fotografi occasionali e professionisti Nessuna possibilità di modificare singoli riquadri
Utilizzo semplice Scarsa scelta di tool e filtri nella variante gratuita

Adobe Photoshop Express

Già da alcuni anni Adobe offre con il suo Photoshop Express un’alternativa gratuita al suo ben più famoso software di elaborazione di immagini Photoshop. Mentre il programma era inizialmente un’applicazione per web, su grande richiesta l’azienda ha rilasciato anche delle app per dispositivi mobili per i sistemi operativi iOS, Android e Windows Phone, oltre alla versione per desktop per Windows.

I vari strumenti delle app per l’elaborazione di immagini si basano sui comprovati algoritmi di Photoshop, il che li rende attrattivi non solo per i principianti ma anche per gli utenti di lunga data. Di base l’applicazione è gratuita. Grazie al collegamento con Creative Cloud, a pagamento, è però possibile aumentare la gamma di funzioni disponibili e poter contare sullo stock di foto di Adobe e su 60 look professionali pronti all’uso.

L’app per l’elaborazione delle foto di Adobe convince con una serie di effetti come ad esempio:

  • Infrarossi
  • Notturno
  • TV anni 60
  • Autunno
  • Primavera

L’utente non deve fare altro che scegliere lo stile desiderato con un clic, e questo verrà automaticamente applicato all’immagine originale. Successivamente è possibile modificare l’intensità in base alle proprie necessità per mezzo di un cursore (livello di regolazione). Lo stesso vale per gli strumenti di modifica con i quali potete mettere mano alle proprietà dell’immagine, tra le quali:

  • Saturazione
  • Luminosità
  • Messa a fuoco
  • Contrasto
  • Nitidezza

Con Adobe Photoshop Express è possibile girare, riflettere e ritagliare le immagini a proprio piacimento. Ancora l’app gratuita fornisce diversi modelli come ad esempio la “Copertina di Facebook”, la “Miniatura YouTube”, o il “16:9”. Opzionalmente potete aggiungere cornici e scritte (solo per iOS). Ulteriori funzioni sono la rimozione automatica dell’effetto occhi rossi per persone e animali così come una di correzione automatica per una veloce ottimizzazione del contrasto, della luminosità e del bilanciamento del bianco. Una volta terminata l’elaborazione dell’immagine è possibile salvarla nella galleria, pubblicarla sui vari social media o inviarla per e-mail o MMS. L’app per iOS permette inoltre la creazione di collage.

Vantaggi Svantaggi
Basata sugli algoritmi originali di Adobe Photoshop Registrazione necessaria con il proprio account Adobe o Facebook
Disponibile anche per gli utenti Windows Versione Android fortemente limitata

CyberLink PhotoDirector

L’azienda taiwanese CyberLink, fondata nel 1996, si distingue da anni per le sue applicazioni di altissima qualità nel settore multimediale, in modo particolare il software di riproduzione video PowerDVD e il media center PowerCinema godono di grande popolarità. Con PhotoDirector CyberLink aggiunge un programma per l’elaborazione di immagini al proprio portfolio, disponibile ormai da tempo come app per Android, iOS e Windows Phone. Il download attraverso i vari app store, così come anche il suo utilizzo, sono solitamente gratuiti. Con un pagamento una tantum (tra i 5 e i 10 euro) gli utenti possono acquistare la versione completa, garantendosi così l’accesso a tutti gli strumenti, una qualità di immagini superiore e la totale assenza di pubblicità.

PhotoDirector è senza dubbio una delle app per l’elaborazione di immagini più complete disponibili sul mercato. Il software offre da un lato gli strumenti tipici per l’ottimizzazione, utilizzabili per migliorare la qualità delle immagini, senza modificarle troppo. Dunque sono presenti funzioni per regolare diverse proprietà dell’immagine come la saturazione, la messa a fuoco e la tonalità, e ancora strumenti per la rimozione dell’effetto occhi rossi o altre imperfezioni derivanti dallo scatto in sé. Inoltre gli oggetti possono essere ritagliati o esclusi, e l’immagine essere ruotata o riflessa. Dall’altro lato l’app offre diverse funzioni per esprimere la propria creatività:

  • Effetti: con diversi effetti come ad esempio il bianco e nero, l’HDR (foto ad alto contrasto), e il Lomo (lomografia, effetto retrò), si può modificare il look generale di un’immagine in un batter d’occhio. Scorrendo con il dito verso destra si aumenta l’intensità dell’effetto selezionato.

  • Splash: nella categoria Splash trovate i tool con i quali potete scegliere i colori chiave della vostra foto, aggiungere delle maschere e cancellare delle elaborazioni già effettuate.

  • Mixer: alla voce “Mixer” l’app offre modelli evocativi che possono essere applicati sopra l’immagine originale, diventando una cosa sola. L’intensità è controllabile sempre per mezzo di un comando di regolazione.

  • Sovrapposizioni: gli strumenti di sovrapposizione sono sostanzialmente la stessa cosa degli effetti “Mixer”. Tra questi però si trovano modelli che servono per aggiungere punti luminosi e riflessi di luce.

  • Scena: gli utenti Android e iOS possono incorporare le proprie foto all’interno di altre immagini con risultati professionali.

Anche l’app per l’elaborazione di immagini CyberLinks contiene un editor di testo per l’inserimento di scritte e vignette. Gli utenti hanno la possibilità di scegliere tra diversi font, alcuni dei quali devono però essere stati scaricati in precedenza. Inoltre attraverso l’utilizzo di cornici o adesivi artistici è possibile rendere l’immagine ancora più creativa e persino creare dei collage. CyberLink provvede continuamente ad apportare delle novità, nel senso che la sua fucina di sviluppo software pubblica nuovi modelli per sovrapposizioni, adesivi, scene, e così via nel proprio negozio online. Tali modelli possono essere richiamati direttamente attraverso l’app e integrati nel proprio PhotoDirector. L’app contiene opzioni per archiviare localmente le immagini elaborate o pubblicarle su Facebook e Instagram.

Vantaggi Svantaggi
La gamma di strumenti e di effetti viene ampliata costantemente Alcune funzioni sono particolarmente pesanti e richiedono un elevata capacità di calcolo
Interfaccia utente visivamente piacevole  

Le migliori app gratuite per l’elaborazione di immagini a confronto

  Sviluppatore Attivo dal Piattaforma Peculiarità
Adobe Photoshop Express Adobe 1982 iOS, Android, Windows Phone, applicazione web Algoritmi di Photoshop
CyberLink PhotoDirector CyberLink 1996 iOS, Android, macOS, Windows (Phone) Negozio online con continue novità
PicsArt Photo Studio & Collage PicsArt 2011 iOS, Android, Windows Phone Oltre 2 milioni di oggetti aggiuntivi a vostra disposizione
Pixlr Mobile Autodesk 1982 iOS, Android Enorme scelta di filtri, effetti e oggetti vari
Snapseed Google 1997 iOS, Android Progetti salvabili con tutti i passaggi dell’elaborazione
VSCO VSCO 2011 iOS, Android Rete di fotografi con diverse funzioni social