Database per immagini gratuite e con licenza libera

Chi cerca immagini gratuite per il suo sito web, non dovrebbe usare le prime che ha trovato tramite una ricerca su Google, perché molte tra queste sono protette dal diritto d’autore e non possono essere usate senza un’autorizzazione o il pagamento di una tassa.

I diritti d’uso relativi a un’immagine vengono stabiliti grazie alle licenze. Se volete sapere rapidamente e senza dover effettuare verifiche lunghe e complicate con quale tipo di licenza è disponibile un immagine, dovreste usare uno dei numerosi database di immagini. Molte di queste piattaforme offrono anche immagini libere, vale a dire quelle immagini e foto che vengono dette nel linguaggio comune “senza licenza”, il cui uso non è soggetto a nessuna, o quasi, limitazione.

Quale licenza offre la libertà d’uso maggiore?

Le licenze definiscono i diritti d’uso di un’opera che sono concessi all’utente: non importa se si tratta di un’immagine, un brano musicale o un video. Non rispettare le condizioni d’uso può comportare conseguenze legali e si dovrebbe quindi evitare in tutte le circostanze.

Di regola le licenze libere vi offrono una grande libertà di azione. Le immagini sotto questo tipo di licenza sono spesso definite come “senza licenza”. L’espressione però è fuorviante perché sembra indicare che non abbiano alcun tipo di licenza, mentre al contrario ce l’hanno: la licenza libera, appunto. Ormai, tuttavia, questa espressione impropria per le immagini con licenza libera è diventata di uso comune. 

Le licenze libere più diffuse sono quelle Creative Commons (CC). Ne esistono sette tipi diversi ed è utilizzata spesso e volentieri quella CC0 perché non ha limitazioni per quanto concerne l’uso dell’opera. Le immagini CC0 possono essere sia utilizzate a scopo commerciale, sia rielaborate o completamente modificate, senza che si debba rimandare per questo all’autore dell’immagine. Informazioni approfondite sulle licenze CC le trovate nel nostro articolo. 

Database di immagini CC0

Oggigiorno ci sono in rete alcuni database di immagini, che offrono in maniera mirata immagini sotto licenza CC0. Oltre alle fotografie e alle illustrazioni, trovate in alcune di queste pagine anche grafiche vettoriali e icone, che si adattano in maniera ottimale al web design. Di seguito, alcune delle piattaforme più amate tra quelle che offrono immagini CC0:

  • Pixabay: Già da molto tempo la piattaforma gode di una grande popolarità e, vista l’offerta, questo non stupisce: gli utenti possono scaricare gratuitamente in totale più di 500.000 immagini con licenza CC0 (foto, grafiche vettoriali. A facilitarvi nella ricerca dell’immagine adatta, avete a disposizione una funzione apposita.
  • Pexels: Un metamotore di ricerca con più di 5000 immagini, tutte sotto licenza CC0.
  • Unsplash: Ormai da molto tempo, il sito canadese offre immagini con licenza CC0: molte delle fotografie disponibili sono scatti paesaggistici o architettonici.
  • StockSnap: Un altro sito web con centinaia di foto e una funzione di ricerca.

  • Picjumbo: Le foto qui disponibili sono tutte del fotografo Viktor Hanacek e sono divise per categoria.
  • SKUAWK: Anche questa piattaforma offre moltissime immagini di diverse categorie, ad esempio Wildlife, Object e Technology.
  • SplitShire: Su questo sito web l’italiano Daniel Nanescu rende accessibili gratuitamente le sue fotografie.
  • Life of Pix: Un altro blog con molte immagini artistiche, disponibili anche attraverso una funzione di ricerca.
  • Pickup Image: Anche qui ci sono molte foto e diverse grafiche, soprattutto per quanto riguarda scatti paesaggistici e di città.

Gli archivi citati sopra sono caratterizzati dal fatto che offrono principalmente, se non esclusivamente, immagini con licenza CC0. Tuttavia, per evitare rischi inutili, dovreste sempre verificare prima del download del file quale licenza abbia l’immagine che vi interessa. 

Database di immagini con licenza libera di diverso tipo

Dovreste fare particolare attenzione nel verificare la licenza dell’immagine, quando usate un database o un’agenzia di immagini, che oltre alle immagini CC0 offre anche quelle con altre licenze. A questo proposito vi aiutano spesso le condizioni d’uso e le FAQ del sito web in questione.

Può però valere la pena faticare per cercare foto e grafiche anche sotto altre licenze, perché in questo modo la scelta diventa maggiore. I seguenti siti web offrono foto e grafiche con licenze libere diverse da quella CC0:

  • Creative Commons: La maschera di ricerca della Creative Commons Organisation è un metamotore di ricerca, che verifica sulla base dei risultati ottenuti altre sorgenti di immagini (siti come Google, Flickr, Wikimedia Commons, Pixabay ecc) sulla base dei risultati corrispondenti. In generale potete cercare attraverso la funzione di ricerca tutte le licenze CC, ma il sito web segnala in maniera esplicita che la funzione di ricerca trova anche immagini con altre licenze. Per questo dovete verificare ogni volta la licenza dell’immagine che avete trovato.
  • Free Stock Photos: Qui sono disponibili sia immagini gratuite con licenza libera, sia quelle a pagamento.
  • New Old Stock: Su questo sito potete scaricate numerose vecchie fotografie (molte provenienti da archivi pubblici), la cui licenza è di solito già scaduta. Inoltre, trovate anche molte nuove foto in stile vintage.
  • Superfamous: Su questo sito web l’olandese Folkert Groter mette le sue foto in rete con licenza CC-BY. Potete quindi usarle liberamente, purché specifichiate il nome del fotografo. 

Lo stato giuridico non è sempre chiaro

I siti web elencati sopra sono solo una piccola parte di quelle pagine che contengono immagini gratuite con licenza libera. La popolarità della licenza libera è aumentata costantemente negli ultimi anni e di conseguenza ci sono sempre più foto di questo tipo e piattaforme che le mettono a diposizione.

Tuttavia, gli aspetti giuridici non sono sempre chiari. Potete scoprire di più sulle questioni legali connesse all’uso di un’immagine sul sito web dell’Associazione nazionale dei fotografi professionisti. Il blog Idee Spettinate vi spiega invece a cosa si può andare incontro quando si usa un’immagine senza averne il permesso. Tutti e due i siti web citati e il nostro articolo non rappresentano una consulenza legale e non sostituiscono il parere di un esperto.

Conclusione: l’uso corretto delle immagini è fondamentale

Siete sicuri al cento per cento su chi sia l’autore di un’immagine solo quando l’avete creata voi stessi. Anche quando un’agenzia o un database di immagini sembrano essere seri, dovreste sempre verificare tutti i dettagli dell’immagine. Non importa se si tratti di un piccolo blog di foto o di un’agenzia specializzata: gli errori possono sempre capitare, anche nell’inserimento di un immagine in un database.

Se non siete certi riguardo le condizioni d’uso di un’immagine, non dovreste utilizzarla: finché vi attenete alle condizioni potete ricorrere ad una scelta ampia di foto e immagini su Internet.