Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso.
Installare WordPress
A partire da 0,99/mese IVA escl.1
Pacchetto WordPress Hosting
  • Installazione di WordPress facile e veloce: istruzioni in italiano
  • Crea il tuo blog WordPress autonomamente: in pochi clic
  • Assistenza qualificata 24 su 24: grazie alla community di 1&1 ottieni consigli e supporto di qualità
Installare WordPress: ecco spiegato come passo per passo
Disponi di un tuo dominio e hai anche già acquistato uno spazio web? Allora sei praticamente pronto per installare WordPress sul tuo server. Se non desideri utilizzare l'applicazione 1&1 Click & Build, puoi installare WordPress manualmente. Per prima cosa hai bisogno di un FTP-Client gratuito, come ad esempio FileZilla, e di una banca dati MySQL5. Per informazioni più dettagliate sull'argomento leggi la sezione dedicata a "Installare WordPress via FTP" nel riquadro in blu che troverai più in basso su questa pagina.

Una volta verificato di essere in possesso degli presupposti necessari (dominio, spazio web, Client FTP e database MySQL), non ti resta che scaricare la versione più attuale di WordPress insieme al file in lingua italiana e decomprimere la cartella ZIP con un programma adatto, ad esempio WinRar. In alternativa puoi utilizzare il decompressore ZIP integrato di Windows: clicca sulla cartella con il tasto destro del mouse e scegli "decomprimi". Infine crea un nuovo file .txt all'interno della cartella decompressa nominata "wordpress" (tasto destro del mouse e poi "nuovo" -> "documento di testo") e nominalo "htaccess.txt". Apri poi il file con un programma di testo (Editor su Windows) e incolla le seguenti righe di testo senza le virgolette: "AddType x-mapp-php5.php" e "AddHandler x-mapp-php5.php" (qui fai attenzione allo spazio prima del punto e del tipo di file).

Rinomina ora il file "wp-config-sample.php", che si trova nella cartella decompressa, con il titolo "wp-config.php" e modifica le seguenti parti avvalendoti del text editor:

- Nella riga define(‚DB_NAME', ‚database_name_here'); incolla il nome della tua banca dati MySLQ5
- Nella riga define(‚DB_USER', ‚username_here'); incolla il nome utente per l'accesso alla tua banca dati.
- define(‚DB_PASSWORD', ‚password_here'); incolla invece la password per l'accesso alla tua banca dati.

A questo punto devi impostare una chiave di sicurezza (SECRET KEY). Clicca su questo link e copia i dati di testo generati all'interno del file "wp-config.php", sostituendoli alle righe corrispondenti. Salva le modifiche e chiudi il file.

Ora è giunto il momento di caricare il contenuto della cartella, ma non la cartella, nella directory di primo livello del tuo spazio web. Per fare questo puoi utilizzare un FTP-Client gratuito, come FileZilla. Puoi trovare maggiori informazioni sulla configurazione nella sezione dedicata "Installare WordPress via FTP", nel riquadro in blu che troverai più in basso su questa pagina.

Una volta terminato il trasferimento dei dati, fai partire l'installazione di WordPress copiando l'indirizzo del tuo dominio, completo della sub directory WordPress (/wp-admin), nella barra degli indirizzi del tuo browser Internet. Il file di installazione si chiama "install-php". L'indirizzo avrà quindi questa forma "www.tuodominio.it/wp-admin/install-php". A questo punto sposta i file WordPress dalla directory di primo livello in una sottocartella sul server e modifica l'indirizzo di conseguenza: "www.tuodominio.it/sottocartella/wp-admin/install.php".

Dopo il display del messaggio di benvenuto, definisci il titolo del tuo blog e fornisci un indirizzo di posta elettronica e una password. Perché il tuo sito compaia nelle SERP di Google, spunta l'opzione "Desidero che il mio blog sia visibile ai motori di ricerca come Google". In caso contrario il tuo sito non potrà essere trovato dai motori di ricerca.

Fai partire l'iter di installazione cliccando su "Installa WordPress".
Impostare WordPress
Una volta terminata l'installazione di WordPress, effettua l'accesso al tuo dominio con i dati stabiliti durante l'installazione. Ti trovi ora nella sezione "Admin" di WordPress, il cosiddetto dashboard o pannello di controllo; qui puoi modificare le impostazioni e strutturare il tuo WordPress come preferisci. Dal pannello di controllo puoi per esempio installare nuove estensioni (plug-in), template e widget. La maggior parte dei template di WordPress supportano il cosiddetto responsive design, che fa sì che il layout del tuo sito si adatti al dispositivo sul quale viene visualizzato, a seconda quindi delle dimensioni dello schermo. WordPress mette a disposizione un'ampia scelta di template con varie opzioni di layout e struttura che si adattano a qualsiasi tipo di sito, da un blog personale ad un sito professionale per la tua impresa. In pochi clic potrai installare i migliori plug-in di WordPress per SEO, protezione da attacchi esterni, funzioni per l'e-commerce, gestione dei social media e molto altro.

Per saperne di più su come usare un sito WordPress, visita la Community di 1&1.
Installare WordPress in locale con XAMPP o MAMP
Prima di installare WordPress sul tuo spazio web e caricare i contenuti su Internet rendendoli pubblici, puoi farlo anche in locale sul tuo pc. Anche se possiedi già un blog su WordPress online, puoi, con la modalità di installazione locale, testare nuove funzioni, plug-in o template, senza interferire con il funzionamento live del tuo spazio web. Tieni a mente però che per installare WordPress in locale hai bisogno di un software aggiuntivo.

La prima possibilità consiste nell'; così facendo installi un server web e una banca dati sul tuo sistema operativo Windows, Linux o Mac. Questo server può essere configurato anche dai meno esperti. Carica su XAMPP i file di WordPress all'interno della corrispondente directory e il gioco è fatto. Sul software locale XAMPP puoi ora configurare e gestire WordPress esclusivamente tramite il cosiddetto localhost, ovvero il tuo computer all'indirizzo IP 127.0.0.1, come sul vostro spazio web. Se i test funzionano con successo trasporta i file locali direttamente sul tuo spazio web.
Nei prossimi due paragrafi si parla di come installare WordPress su Windows e Linux.

Se disponi di un sistema operativo Mac, hai la possibilità di installare un server web tramite lo sviluppatore web MAMP. Scopri quindi come installare WordPress su Mac in locale con MAMP.
Installare WordPress su server Windows
WordPress richiede funzioni di server web come MySQL e PHP che non sono disponibili su Windows. Tuttavia, con l'ambiente di sviluppo gratuito (IDE) PHP XAMPP otterrai il supporto di cui hai bisogno e potrai installare WordPress sul tuo server Windows. Puoi scaricare XAMPP gratis qui e successivamente installarlo con i componenti preimpostati.

Apri il menu di configurazione dal pannello di controllo "Apache Admin". Clicca su "Security Check", poi su "http://localhost/security/xamppsecurity.php". Imposta una password per l'accesso di root MySQL e per una protezione della cartella di XAMPP. Ciò impedisce accessi non autorizzati alla tua applicazione WordPress. Digita ora "http://localhost/phpmyadmin/" nella barra degli indirizzi del tuo browser web e inserisci "root" alla voce nome utente e la password precedentemente impostata. Alla voce "database" scegli "nuovo database" e imposta un nome. Sotto "set di caratteri/Collation in MySQL" inserisci "utf8_general_ci", lo standard internazionale adatto anche per l'italiano.

Scarica ora WordPress dal sito ufficiale e decomprimi la cartella ZIP; in questo modo otterrai una cartella con il nome "wordpress". Crea ora nella cartella "C:/xampp/htdocs" una nuova cartella e nominala per esempio "wordpress_pc". Copia qui il contenuto (attenzione, non la cartella, ma il contenuto) della cartella "wordpress". Infine digita nella barra degli indirizzi del tuo browser web "http://localhost/wordpress_pc/", ovvero il nome appena assegnato alla nuova cartella creata. Clicca ora su "installa" e scegli poi la lingua desiderata. Inserisci ora il nome del database, il nome utente, secondo l'esempio precedente "root", e la password. Giunto alla pagina di benvenuto scegli un titolo per la tua applicazione WordPress e imposta un nome utente e una password per l'admin.
Installare WordPress su server Linux
Così come per il sistema operativo Windows, tramite l'ambiente di sviluppo PHP gratuito XAMPP puoi installare WordPress in locale anche su server Linux. L'iter è identico a quello descritto per installare WordPress con Windows.

Chi desidera installare WordPress e utilizza un server Ubuntu su sistema operativo Linux, deve per prima cosa inserire il seguente codice sul terminal (Ctrl + Alt + T): „sudo apt-get install -y wordpress mysql-server". Di conseguenza, Ubuntu installerà automaticamente il server web necessario. Nella finestra che segue digita la password di root per il tuo database MySQL; ora dovrai soltanto scegliere il database corrispondente e potrai poi procedere all'installazione di WordPress. Questo metodo funziona non soltanto con Ubuntu, ma anche per gli altri sistemi operativi basati su Debian.
Scopri i pacchetti di hosting con
WordPress offerti da 1&1
Qualunque sia il tuo progetto, troverai un pacchetto adeguato alle tue esigenze

Consigliato

1&1 Managed WP

1&1 Managed WP

1&1 Managed WP

BASIC

PLUS

UNLIMITED

La scelta migliore per blog fotografici e progetti WordPress di medie dimensioni

Ideale per ottenere massime prestazioni da progetti WordPress più complessi

Performance garantite per progetti WordPress che richiedono elevate risorse

Un anno a
4,99
0,99/mese IVA escl.1
Un anno a
8,99
4,99/mese IVA escl.2
Un anno a
12,99
8,99/mese IVA escl.3
    • Aggiornamenti di sicurezza automatici

    • Plug-in preinstallati

    • NOVITÀ

      Supporto degli esperti WordPress

    • Inclusa

      Assistenza Clienti 24/7

    • 1&1 Community

    • 1 sito WordPress

    • NOVITÀ 50 GB di spazio web su SSD

    • NOVITÀ 1 database su SSD

    • Numero illimitato di visitatori

    • Account e-mail illimitati

    • 20 account SFTP

    • Sicurezza con certificati SSL

    • Ridondanza geografica

    • Protezione da DDoS

    • Ripristino dati

    • Ambiente di staging

    • Aggiornamenti di sicurezza automatici

    • Plug-in preinstallati

    • NOVITÀ

      Supporto degli esperti WordPress

    • Inclusa

      Assistenza Clienti 24/7

    • 1&1 Community

    • 5 siti WordPress

    • NOVITÀ 250 GB di spazio web su SSD

    • NOVITÀ 5 database su SSD

    • Numero illimitato di visitatori

    • Account e-mail illimitati

    • Account SFTP illimitati

    • 1&1 CDN

    • Sicurezza con certificati SSL

    • Ridondanza geografica

    • Protezione da DDoS

    • Ripristino dati

    • Ambiente di staging

    • 1&1 SiteLock Basic

    • Aggiornamenti di sicurezza automatici

    • Plug-in preinstallati

    • NOVITÀ

      Supporto degli esperti WordPress

    • Inclusa

      Assistenza Clienti 24/7

    • 1&1 Community

    • Siti WordPress illimitati

    • NOVITÀ Spazio web illimitato su SSD

    • NOVITÀ Database illimitati su SSD

    • Numero illimitato di visitatori

    • Account e-mail illimitati

    • Account SFTP illimitati

    • 1&1 CDN con Railgun™

    • Sicurezza con certificati SSL

    • Ridondanza geografica

    • Protezione da DDoS

    • Ripristino dati

    • Ambiente di staging

    • 1&1 SiteLock Basic


Nascondi tutte le funzioniMostra tutte le funzioni
FAQ

Installare WordPress

  • Gli aggiornamenti di sicurezza vengono installati automaticamente?

    Se nell'installazione di WordPress tramite l'applicazione 1&1 Click & Build hai optato per il "Managed Mode", gli aggiornamenti di sicurezza e tutti gli update verranno installati automaticamente. Se invece hai scelto il "Free Mode", sei tu a gestire lo status degli aggiornamenti sul tuo WordPress. Verrai informato via e-mail della disponibilità di nuovi aggiornamenti e sarai così in grado di essere sempre al passo con gli update più recenti; update che potrai eseguire dal tuo pannello di controllo in pochi clic.
  • Posso installare plug-in su WordPress?

    Tramite la modalità Free Mode è possibile installare nuovi plug-in su WordPress in ogni momento e ampliare le funzionalità del tuo sito. Se hai scelto la modalità "Managed" non scordare che puoi passare a quella Free quando vuoi. Vuoi aggiungere un contatore per i visitatori? Oppure una protezione antispam per i commenti? Oppure ancora vuoi integrare un forum al tuo sito? In pochi clic puoi modificare il tuo sito per adattarlo alle tue esigenze. I plug-in possono essere aggiunti direttamente dal pannello di controllo del tuo account WordPress oppure scaricati dal sito di WordPress. Come passo successivo puoi caricare i dati tramite FTP all'interno della cartella dei plug-in del tuo blog.
  • Come posso modificare il template del mio blog WordPress?

    WordPress ti dà la possibilità di modificare e impostare il layout del tuo blog come preferisci e in modo facile e veloce. I temi, o "template", di WordPress ti permettono di personalizzare il tuo sito web nello stile che più gli si addice. Puoi facilmente modificare il layout dal pannello di controllo oppure, in alternativa, scarica un template dal sito di WordPress e caricalo via FTP nella corrispondente cartella WordPress.
  • Come posso proteggere ulteriormente l'installazione di WordPress?

    Come protezione aggiuntiva esiste, a partire dalla versione 2.5 di WordPress, una chiave di sicurezza (SECRET_KEY). Questa misura di sicurezza è stata potenziata con il tempo ed è diventata un insieme di chiavi: per questo motivo ora si parla quindi di "chiavi" di sicurezza WordPress. Le singole chiavi giocano un ruolo fondamentale nella crittografia delle informazioni contenute nei cookies di WordPress. Nel caso di un'installazione manuale di WordPress, le chiavi di sicurezza devono anch'esse essere inserite manualmente. Possono essere generate a questo link: https://api.wordpress.org/secret-key/1.1/salt/ e successivamente riportate nel file "wp-config.php" della tua cartella WordPress.Un ulteriore strumento di protezione è costituito dai plug-in di sicurezza: si tratta di plug-in specifici che vanno a limitare ad esempio i tentativi di accesso all'admin e impediscono quindi che gli hacker possano provare decine e decine di combinazioni di password fino a trovare quella giusta. Consulta i diversi plug-in sul sito di WordPress nella cartella dei plug-in "sicurezza". L'installazione è veloce e fornisce al tuo sito protezione aggiuntiva senza sforzi.

    1&1 ti offre inoltre la possibilità di usufruire del Certificato SSL ad un costo limitato. Accanto alle misure di sicurezza per proteggere l'installazione del tuo WordPress già citate, con il certificato SSL puoi mettere al sicuro lo scambio di dati tra il tuo sito e i visitatori che vi si connettono. Invece di utilizzare una connessione non sicura come quella http lo scambio ne utilizzerà una protetta HTTPS. Il certificato SSL può essere richiesto durante l'installazione di WordPress tramite uno dei pacchetti di Web Hosting 1&1 (sia su Linux che su Windows). Trovi maggiori informazioni sul certificato SSL a questa pagina.
  • Come posso reinstallare WordPress?

    Se si sono verificati dei problemi sul tuo WordPress dovuti ad esempio ad un update andato diversamente dal previsto o a plug-in non compatibili, ti potresti trovare a voler ripristinare WordPress e quindi a cancellare tutti i dati per reinstallare il tuo WordPress da zero. Come fare quindi per completare l'operazione limitando i danni con il minimo sforzo?
    Assicurati in primo luogo di recuperare i backup: con la modalità di WordPress gestito ad esempio, i backup saranno effettuati in automatico e potrai recuperare i dati inavvertitamente cancellati fino a sei giorni prima. Se tutti i backup del tuo blog WordPress sono al sicuro, puoi procedere a cancellare l'intera cartella WordPress. In caso contrario mantieni almeno i file "wp-config.php" e ".htaccess" e le cartelle "/wp-content/plugin", "/wp-content/themes/TUO-TEMA" e "/wp-content/uploads".

    A questo punto puoi caricare il backup dei dati sul web server nuovamente: è importante farlo sempre via client FTP gratuito, come FileZilla. In alternativa scarica nuovamente la cartella ZIP di WordPress e vai a sostituire i singoli file salvati a quelli esistenti.

    Se a questo punto il problema non dovesse essersi risolto, dovrai ripristinare anche il database. Per farlo cancella il contenuto del vecchio database (seleziona tutte le tabelle e aziona il comando "DROP") e importa quello di backup.